blog

spettacoli

in tour:

Produzione 2016

Spettacolo tout public dai 4 anni

Immaginato e creato da Marco Ferro e Valeria Sacco

Con Marco Ferro o Valeria Sacco, Collaborazione scenotecnica Matteo Lainati, Luci e Fonica Stefano Pirovano

una produzione Riserva Canini in collaborazione con Campsirago Residenza e con il sostegno di Teatro Comunale di Antella/Regione Toscana, Teatro del Lavoro di Pinerolo/Regione Piemonte, Teatro Metastasio di Prato, Associazione Straligut di Siena e La Batysse di Lyon.

Ci siamo seduti accanto ai bambini come se fossero i nostri antenati. Da loro ci siamo fatti raccontare, attraverso gesti, suoni, materie e colori, come sono andate davvero le cose all’inizio di tuttii tempi. Abbiamo collezionato le tracce di questi istanti ed è nata una piccola galleria d'arte fatta di opere che raccontano l'origine dell'universo e i cui autori sono bambini che non superano i dieci anni d’età. In mezzo a questa personalissima collezione di “piccoli bang” prende vita il nostro “Little Bang”: Un’ipotesi immaginaria e teatrale di come tutto ogni volta abbia inizio e fine. Una silen- ziosa esplosione che accade di continuo, nelle galassie come nella mente degli esseri umani.

DOSSIER Little Bang (Presentazione, Rassegna stampa, Tech Raider)

 

 

Spettacolo tout public dai 12 anni

Immaginato e creato da Marco Ferro e Valeria Sacco

Con Valeria Sacco, Disegno luci Andrea Narese, Disegno del suono Stefano de Ponti, Musiche originali Luca Mauceri, Eleonora Pellegrini e Stefano de Ponti, Scena e puppet Valeria Sacco, Regia Marco Ferro

Una Produzione Riserva Canini Teatro Con il sostegno di Festival Immagini dell'Interno di Pinerolo (TO), Rete Teatrale Aretina, Teatro Giocovita (Pc) e Théatre Gérard Philipe de Frouard
-Scéne conventionée pour les arts de la marionnette et les formes animées-.

AWARD for BEST PERFORMANCE Festival Trasparenze 2012 – Modena (Italy); AWARD for BEST ACTRESS –Festival Pierrot 2013 – Stara Zagora (Bulgaria)

“Talita Kum nasce da una visione, complessa e insieme lineare, come lo sono certi sogni del pomeriggio. E’ uno spettacolo nato senza parole che nel silenzio ci ha suggerito una storia. E noi le abbiamo dato vita seguendo la rotta di un viaggio che assomiglia molto a una febbre, a un mancamento, a uno di quei momenti in cui le energie si esauriscono e si confondono dentro i nostri incomprensibili confini.” Lo spettacolo ruota attorno a due figure: quella di una creatura coperta di nero, dalle fattezze umane, che abi- ta un luogo notturno e interiore. E quella di una donna, immersa in un sonno profondo che si direbbe infini- to. Poi, in un sentore d’allarme, la creatura nera emerge: ci sono delle tracce seguire e delle voci, vicine e lontane, che si mescolano tra loro. Tra queste, una musica: è una musica che chiede di essere danzata, come il fluire incessante della vita.

DOSSIER Talita Kum (Presentazione, Rassegna stampa, Tech Raider)

 

 

Spettacolo tout publìc, dai 5 anni

Di e con Marco Ferro & Valeria Sacco / Scene Francesco Givone / Disegno del suono Stefano de Ponti / Luci e Fonica Claudio Signorini / Puppets e Figure Marco Ferro, Francesco Givone, Valeria Sacco / Musiche originali Stefano de Ponti & Eleonora Pellegrini

Una Produzione Riserva Canini Teatro Con il sostegno di Fondazione Toscana Spettacolo, Teatro Metastasio, Armunia Festival, Teatro Comunale di Antella, Scorta Civica Marosi, Cantiere Florida

“C’è un significato più profondo nelle fiabe che mi furono narrate nella mia infanzia, che nella verità qual è insegnata dalla vita”. Friedrich Schiller

Dobbiamo a Jacob e Wilhelm Grimm e al loro meticoloso lavoro di raccolta e di trascrizione, se ancora oggi possiamo attingere a quello straordinario universo poetico e letterario che è la fiaba. La carta scritta è il tramite attraverso cui i due fratelli tedeschi hanno “vivificato” e reso immortali quei racconti che sino ad allora vivevano di sola tradizione orale. E proprio dalla carta siamo partiti per costruire questo spetta- colo. “Grimm” è un viaggio che esplora la materia carta per indagare la materia fiaba, attraverso quelle figure archetipiche che rappresentano alcune delle più importanti esperienze interiori dell’essere umano, bambino e adulto.

DOSSIER Grimm (Presentazione, Rassegna stampa, Tech Raider)

Grimm - i guardiani del pozzo from Stefano De Ponti on Vimeo.

a riposo:

 

- CLIC -

Spettacolo di strada, tout public dagli 8 anni


di e con Marco Ferro, Maurizio Patella, Valeria Sacco
Prodotto in collaborazione con Festival Giardino delle Esperidi (LC)

Tutti noi abbiamo un amico in comune che ogni giorno ci accompagna nelle nostre peregrinazioni, nelle ricerche affannose, negli svaghi e nei tempi morti: la freccetta bianca del nostro computer. Ma da dove nasce una freccia? Dai cavoli? Mazzi di frecce vengono portate da cicogne in volo? O ci sono, piuttosto, équipe di tecnici esperti che coltivano frecce in serre apposite? Cosa rende una freccia così mansueta? Perché non scalcia e protesta davanti alle continue finestre che le fanno da sfondo, di fronte a velocità improvvise, immobilità eterne, di fronte alla schizofrenia degli utenti? E, soprattutto, cosa avviene prima che una freccia venga iniettata in un computer? Un'équipe di tecnici realizza una serie di test per trovare frecce idonee al lavoro, ne segue l'apprendimento, fase per fase, le cura e le nutre per avviarle al futuro mondo virtuale.
L'educazione di una freccia è il paradigma della nascita e crescita di un individuo, che lentamente, - lo voglia o no, gli piaccia o meno - viene introdotto a questo nostro mondo contemporaneo.

Scarica la Scheda Tecnica

 

 

- HANSEL & GRETEL -

 

Spettacolo-laboratorio sull'ombra, per biblioteche e piccole sale. Per l'infanzia

di e con Marco Ferro e Valeria Sacco

 

Hansel e Gretel è uno spettacolo- laboratorio che vuole avvicinare i bambini al mondo dell'ombra, come possibilità creativa di gioco e di racconto.

"Cari bambini, care maestre, cari genitori, ci dispiace ma oggi lo spettacolo non si può fare. "A dare la notizia sono i due tecnici della Compagnia che, come i giovani spettatori, stavano aspettando l'arrivo degli attori per iniziare.
E così, vista la delusione generale, i due decidono di provare a raccontare la fiaba dei fratelli Grimm utilizzando soltanto quello che hanno a disposizione nei loro borsoni.
In un continuo dialogo e scambio con i bambini, inventeranno e costruiranno i personaggi e le ambientazioni della storia, scoprendo come semplici materiali e oggetti familiari possano trasformarsi in ombre espressive e divertenti.

L'intento dello spettacolo è quello di stimolare i bambini ad avere un atteggiamento creativo nei confronti di ciò che li circonda. Rendendoli consapevoli di come l'immaginazione e la curiosità possano svelare, tra le pieghe del quotidiano, immense possibilità di gioco e di affabulazione.

Scarica la Brochure e la Scheda Tecnica

 

 
- L'ORDINE DEL GIORNO -

scritto e diretto da Marco Ferro. Con Alberto Astorri, Marco Ferro, Simone Ricciardi, Paola Tintinelli, Valeria Sacco

L'ordine del giorno è uno spettacolo che ha avuto due diversi allestimenti, uno nel dicembre 2008 e un altro nel luglio 2009 grazie al sostegno di Kilowatt Festival, Festival Visioni e Teatro Giocovita. Ci stiamo preparando a un terzo allestimento, da poco è stata ultimata la terza stesura del testo e attualmente stiamo lavorando ai nuovi bozzetti delle scene.

La drammaturgia dello spettacolo è il frutto di una lunga ricerca svolta direttamente sul campo, attraverso la trascrizione di reali riunioni condominiali (circa una trentina) che si sono svolte prevalentemente a Milano nel corso del 2008, e di un consistente numero di interviste ad amministratori che, anche grazie alla collaborazione con l'Anaci (Associazione Amministratori Condominiali Italiani), abbiamo potuto incontrare in diverse località italiane. Nello specifico, la nostra assemblea condominiale mantiene gran parte di questo materiale attinto direttamente dalla realtà, e lo monta facendo sì che ad affiorare siano gli aspetti più surreali e tragicomici, ritratto di un' umanità che, alle soglie del terzo millennio, si presenta stordita, a tratti terrorizzata e completamente allo sbaraglio. Ma che, nonostante il buio e la fatica di questi tempi, ancora sopravvive.

 

-
- LA TRISTE STORIA DI UN ALTRO DIAVOLO -

Di e con Marco Ferro e Valeria Sacco, Prodotto col sostegno di TFE (Teatro figura Europa)

E' uno spettacolo per quattro burattini e una mano nera e silenziosa.
Il diavolo "altro" a cui ci si riferisce nel titolo è un angelo caduto, una creatura ribelle e inquieta, animata da un'insaziabile sete di conoscere. Ma prima di tutto è un burattino, con la testa vuota e l'incedere saltellante e ingenuo, una piccola creatura che mossa dalla curiosità porterà al collasso l'impeccabile ordine governato da una mano guantata. La drammaturgia originale dello spettacolo prende spunto dalla mitologia luciferina, passando attraverso Goethe, Strindberg e il Qohèlet, per poi farne perdere le tracce grazie anche alla natura comica e dissacrante dei quattro burattini, capaci di stemperare il carico simbolico e poetico della materia trattata.

Lo spettacolo ha incontrato pubblici di vario genere, replicando nei festival nazionali e internazionali di teatro, in diverse rassegne di teatro di figura e in alcune sagre paesane, e pur essendo nato per rivolgersi ad un pubblico adulto, è stato sottoposto in varie occasioni all'implacabile giudizio dei bambini, ottenendo risultati sorprendentemente positivi. Il lavoro è interpretato da due attori-animatori che animano lo spettacolo all'interno di una piccola e alta baracca. Può essere presentato in una forma più agile (con le musiche registrate) o in una forma più ricca con una piccola orchestra dal vivo.
Dello spettacolo esistono anche una versione in spagnolo e una in inglese.

 

 
- LA NOTTE ILLUMINATA -

Uno spettacolo per bambini dai 6 ai 10 anni

di Marco Ferro e Valeria Sacco

scena e sagome  Nicoletta Garioni costumi Sara Bartesaghi Gallo realizzazione sagome  Federica Ferrari costruzione scena  Sergio Bernasani disegno luci e fonica  Anna Adorno. Con  Silvia Paoli e Maurizio Patella Produzione Teatro Giocovita

Arturo, travestito da lupo, passa intere giornate a inventare storie e a trasformare la casa in luoghi fantastici da esplorare. Sua madre, ogni volta che rientra dal lavoro, si ritrova immersa in una vera e propria baraonda e ogni giorno, puntualmente, sparisce qualcosa. Finché una notte, la madre, disperata, decide di mettersi a cercarle. La notte illuminata è la storia di questa ricerca bizzarra, della scoperta di un mondo fantastico che si cela dietro gli angoli più familiari della casa. E’ l’ incontro tra una madre e un figlio, tra un adulto e l’universo immaginifico del proprio bambino.  Uno spettacolo nel quale ombre e attori dialogano continuamente sulla scena: l’universo fantastico e la vita reale si incontrano in una dimensione rappresentativa in grado di parlare al pubblico dei bambini, che ritrovano nelle parole e nelle immagini evocate dal teatro d’ombre un’esperienza del loro vissuto interiore.

 

 
- NU WORLD COMPANY -

di Marco Ferro, Paolo Giorgio, Valeria Sacco. Con Alessandro Genovesi, Valeria Sacco, Nicola Stavalaci, Kendall Katze, Mara Ferrieri, Paolo Andreoni, Tiziano Turci, Paolo Tarozzi, Melania Mungo, Michele Maralli, Carlo Vasciarelli. Regia Marco Ferro. Prodotto da Outis (Centro di drammaturgia Contemporanea) e CRT di Milano.

Nu è uno spettacolo che racconta la riunione di reclutamento di un' azienda di aspirapolveri.

 

 

- FUGA DA ERODE -

Scritto e diretto da Marco Ferro con Alessandro Sciusco, Esther Elisha, Tommaso Marchi, Valeria Sacco, Umberto Petranca. Prodotto dalla Scuola Paolo Grassi di Milano.

E' il primo spettacolo, la compagnia al tempo ancora non aveva nome. La storia del quarto re magio, che, perduto nel deserto, cerca una stella che ai suoi occhi non si mostra.